Indice del forum


ANAFI-forum
forum dei soci ANAFI - per discutere dell'Associazione e di Fumetti
Portale  |  Blog  |  Album  |  Guestbook  |  FlashChat  |  Statistiche  |  Links  |  Calendario  |   Downloads  |   Commenti karma  |  TopList  |  Topics recenti  |  Vota Forum


Flash Gordon (e Jungle Jim?)
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Fumetti

Cosimo Piovasco

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 24
Registrato: 03/05/13 22:38
Messaggi: 21
Cosimo Piovasco is offline 







italy
Rispondi citando
Un saluto a tutti.
Non avendo mai letto (mi accorgo, non appena la esterno, della volgarità di quest'affermazione per un individuo vivente nel XXI secolo) Flash Gordon, mi sono di recente interessato a ricercare un'edizione in commercio, possibilmente non antologica (provo, purtroppo, e a mio esclusivo detrimento, un'antipatia innata per le antologie) dell'eroe di Raymond. Escludendo ovviamente dalla ricerca le edizioni italiane (che mi risultano da secoli essere state poste fuori commercio, e i loro curatori sonoramente purgati dalle nobili stirpi degli editori italiani di fumetto) ho trovato ben presto un'edizione statunitense della IDW Publishing, The Definitive Flash Gordon & Jungle Jim, un cartonato di 170/180 pagg. che stampa (se non ricordo male) le pagine in dimensioni originali, sia di Flash Gordon che, forse più per completezza filologica che per interesse editoriale, del suo topper Jungle Jim. Ora, posto che la mia religione non mi vieta di leggere Jungle Jim se è compreso nel prezzo (filologicamente poi è tutto di guadagnato, dà un'idea molto più precisa dell'impatto che dava il fumetto in origine dal punto di vista grafico e del perché di certe scelte, immagino) vorrei sapere se qualcuno conosce e ha visionato questa edizione, cosa ne pensa e se la consiglia (50 euro non sono una cifra che, in quanto studente, posso permettermi di buttare); in secondo luogo, volevo domandarvi se qualcuno conosce eventualmente edizioni migliori, edizioni italiane non in commercio ma facilmente reperibili e dotate di una qualche decenza, e così via.
Grazie a tutti e a presto.
ProfiloMessaggio privatoSkype
Adv







fortunato

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 21/12/09 23:48
Messaggi: 74
fortunato is offline 




Sito web: http://testanellenuvol...


italy
Rispondi citando
Ritorno nel forum dopo un sacco di tempo (temevo pure di aver scordato la password).
Caro Cosimo, scusa il ritardo, ma ti leggo solo ora.
Se sei ancora interessato, puoi trovare un commento al volume della IDW nel mio blog:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Sperando che ti sia d'aiuto.

_________________
Troppi libri sono dispersivi: dal momento che non puoi leggere tutti i volumi che potresti avere, basta possederne quanti puoi leggerne (Seneca).

La Testa Nelle Nuvolette (il mio blog):
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
ProfiloMessaggio privatoHomePage
Cosimo Piovasco

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 24
Registrato: 03/05/13 22:38
Messaggi: 21
Cosimo Piovasco is offline 







italy
Rispondi citando
Grazie Fortunato,
avevo già visto quella tua recensione ma con la scusa l'ho riletta; devo ammettere che questa soluzione sembra sempre più convincente. Ti sentiresti ad ogni modo di consigliare anche qualche altra edizione, pure tra quelle non più sul mercato o non facilmente reperibili?

ps: dato che (come prevedevo, in fondo) mi hai risposto tu, è dunque il momento che mi sveli, dicendoti che ti conoscevo già: io fui infatti, quand'ero in tutto altr'uom da quel ch'i' sono, l'utente "hellblazer" del forum di Fumettopoli...
ProfiloMessaggio privatoSkype
fortunato

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 21/12/09 23:48
Messaggi: 74
fortunato is offline 




Sito web: http://testanellenuvol...


italy
Rispondi citando
Ben ritrovato, allora! (chi non muore si ritrova in qualche forum...)

Edizioni valide di FG, anche non facilmente reperibili?

In Italia le principali edizioni furono quella del Club Anni Trenta (del genovese Silvano Scotto) e qulla del Comic Art Club (del romano Rinaldo Traini).
Dubito siano facili da reperire.
L'edizione Comic Art, oltre a quella "amatoriale" in grande formato, fu affiancata da una "da edicola", di pari contenuti, ma in formato piuttosto ridotto.

In the USA, prima di questa doppia (FG+JJ) edizione IDW (che si avvia a conclusione) ci furono le edizioni della Kitchen Sink e della Checker Books (praticamente identiche tra loro, da poter dire che quella della Checker è una ristampa di quella della Kitchen).

Sempre in lingua inglese, la britannica Titan Books sta ristampando Flash Gordon, ma con l'intenzione di superare il solito periodo Raymond (per ora non l'ha fatto).

Per ciò che riguarda Jungle Jim, in passato c'è stata solo l'edizione di Scotto (distinta dalla ristampa di Flash Gordon).

Qui alcuni confronti tra edizioni effettuati da Leonardo Gori:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

_________________
Troppi libri sono dispersivi: dal momento che non puoi leggere tutti i volumi che potresti avere, basta possederne quanti puoi leggerne (Seneca).

La Testa Nelle Nuvolette (il mio blog):
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
ProfiloMessaggio privatoHomePage
Cosimo Piovasco

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 24
Registrato: 03/05/13 22:38
Messaggi: 21
Cosimo Piovasco is offline 







italy
Rispondi citando
Grazie mille per la risposta esaustiva.
Una domanda ancora: la "patinata" era l'originale per la stampa?
ProfiloMessaggio privatoSkype
fortunato

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 21/12/09 23:48
Messaggi: 74
fortunato is offline 




Sito web: http://testanellenuvol...


italy
Rispondi citando
Cosimo Piovasco ha scritto:
Grazie mille per la risposta esaustiva.
Una domanda ancora: la "patinata" era l'originale per la stampa?

La patinata (proof in inglese) era la stampa su carta patinata della pagina a fumetti, che i giornali quotidiani abbonati ricevevano dalle agenzie giornalistiche (syndicates) per fotografarla e poterla riprodurre sui loro supplementi domenicali.

_________________
Troppi libri sono dispersivi: dal momento che non puoi leggere tutti i volumi che potresti avere, basta possederne quanti puoi leggerne (Seneca).

La Testa Nelle Nuvolette (il mio blog):
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
ProfiloMessaggio privatoHomePage
Cosimo Piovasco

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 24
Registrato: 03/05/13 22:38
Messaggi: 21
Cosimo Piovasco is offline 







italy
Rispondi citando
E allora la domanda spontanea è: perché non ristampare da quelle?

nuovo ps: un paio di mesi fa (qui a Pisa, dove studio) ho trovato il volume "Connie di domenica" curato da un certo signor Latella...non me lo sono lasciato sfuggire!
ProfiloMessaggio privatoSkype
fortunato

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 21/12/09 23:48
Messaggi: 74
fortunato is offline 




Sito web: http://testanellenuvol...


italy
Rispondi citando
Cosimo Piovasco ha scritto:
E allora la domanda spontanea è: perché non ristampare da quelle?


Bisogna averle e non è cosa facile.

Il FG di Traini per le prime decine di pagine fu realizzato da proofs, che erano state ritrovate dalla famiglia Raymond (credo nel tipico baule in soffitta), ma non dobbiamo scordarci che i fumetti sindacati erano considerati materiale usa e getta (come i giornali quotidiani: prima lo leggi e poi ci incarti il pesce).

Neppure le più grosse agenzie (come la KFS) conservavano a lungo copia delle loro patinate e spesso pure gli autori se ne disfavano senza troppi rimpianti.

Autori più consci le hanno conservate e poi lasciate ad università (Milton Caniff è un esempio), ma tieni presente che spesso non ci si è fatto scrupolo di distruggere persino i disegni originali (proprio i disegni fatti a mano dall'autore a china su cartoncino): qualcuno ricordava che i disegni già pubblicati erano sovente usati come stuoini per pulirsi le scarpe dal fango nelle giornate di brutto tempo.
E, se non c'era rispetto per gli originali, figuriamoci per le patinate...

_________________
Troppi libri sono dispersivi: dal momento che non puoi leggere tutti i volumi che potresti avere, basta possederne quanti puoi leggerne (Seneca).

La Testa Nelle Nuvolette (il mio blog):
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
ProfiloMessaggio privatoHomePage
fortunato

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 21/12/09 23:48
Messaggi: 74
fortunato is offline 




Sito web: http://testanellenuvol...


italy
Rispondi citando
Cosimo Piovasco ha scritto:
ho trovato il volume "Connie di domenica"


Vado OT, ma, a proposito di quel volume, la presentazione delle domenicali di CONNIE sta proseguendo all'interno della collana Inedistrips (16 tavole sono già uscite in un fascicolo del Lotto 11 e altre 16 saranno presentate in albo alla fine dell'anno con il Lotto 13).

_________________
Troppi libri sono dispersivi: dal momento che non puoi leggere tutti i volumi che potresti avere, basta possederne quanti puoi leggerne (Seneca).

La Testa Nelle Nuvolette (il mio blog):
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
ProfiloMessaggio privatoHomePage
Cosimo Piovasco

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 24
Registrato: 03/05/13 22:38
Messaggi: 21
Cosimo Piovasco is offline 







italy
Rispondi citando
Sì, supponevo che fossero scomparse; del resto è perfettamente in linea con il tipo di pubblicazione. E' interessante notare come il supporto che ne ha garantito una vasta diffusione ne cagioni il continuo pericolo di scomparsa, e non è per nulla strano, se consideriamo quello che succede in tv (serie storiche come Doctor Who hanno perso decine o centinaia di episodi a causa delle riscritture delle bobine) o nella radio (suppongo che un buon 80% delle trasmissioni radiofoniche sia perduto per sempre): in quanto media di grande versatilità e diffusione, sono perciò intrinsecamente fragili. Ad ogni modo trovo molto interessanti entrambe le pubblicazioni; forse l'Idw è quella che mi attrae maggiormente, in virtù della chiarezza di lettura e della maggiore vicinanza al disegno originale, per quanto il volume Titan permetta di leggere nelle condizioni originali e con un tratto meno manomesso. Procederò a ordinare l'Idw tra un po': attualmente sto aspettando da un mese e mezzo la prima annata di Prince Valiant della Fantagraphics, quindi una cosa alla volta...

Delle inedistrips ti occupi esclusivamente tu?
ProfiloMessaggio privatoSkype
fortunato

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 21/12/09 23:48
Messaggi: 74
fortunato is offline 




Sito web: http://testanellenuvol...


italy
Rispondi citando
Cosimo Piovasco ha scritto:
Delle inedistrips ti occupi esclusivamente tu?


Diciamo che tutto passa dalle mie mani, ma che me ne occupi "esclusivamente" mi sembra un concetto esagerato.

Certo curo la grafica, quasi sempre la traduzione, spesso procuro il materiale e sono l'editor (anche se il titolo ufficialmente non esiste) della collana.

Dipende dall'albo.
Degli albi di CONNIE faccio tutto tranne la stampa (di quella se ne occupa sempre l'ottimo Fantuzzi).

Qui c'è un sunto dei contenuti dei primi 10 lotti:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!

Tutti gli albi di CONNIE che qui vedi sono composti da strisce giornaliere e non da domenicali.

Prestissimo, indicizzerò nel blog anche i lotti 11 e 12.
Il lotto 13 è in via di realizzazione e sarà pronto per fine anno.

_________________
Troppi libri sono dispersivi: dal momento che non puoi leggere tutti i volumi che potresti avere, basta possederne quanti puoi leggerne (Seneca).

La Testa Nelle Nuvolette (il mio blog):
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
ProfiloMessaggio privatoHomePage
Cosimo Piovasco

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 24
Registrato: 03/05/13 22:38
Messaggi: 21
Cosimo Piovasco is offline 







italy
Rispondi citando
Tornando al tema originario (ho spostato quest'altro interessante discorso altrove:
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
), hai mai letto Buck Rogers? So che Flash Gordon nasce da un concorso interno alla King's Features, vinto da Raymond, per realizzare un fumetto di fantascienza che contrasti il successo dell'aviatore del XXV secolo. Sarebbe interessante quindi confrontare entrambe le pubblicazioni, non solo dal punto di vista qualitativo, ma anche da quello tematico e stilistico, per capirne i differenti approcci dei due autori...Quali sono a tuo avviso le differenze tra i due fumetti, e a quali motivi sono legate? E dato che ci siamo, che edizioni abbiamo sul mercato?
ProfiloMessaggio privatoSkype
fortunato

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 21/12/09 23:48
Messaggi: 74
fortunato is offline 




Sito web: http://testanellenuvol...


italy
Rispondi citando
I primi Anni Trenta furono un periodo di boom per le strisce d'avventura.

La KFS aveva piani ambiziosi e voleva fare concorrenza a fumetti come TARZAN e BUCK ROGERS.

A TARZAN contrappose JUNGLE JIM e TED TOWERS (avventure di cacciatori bianchi) e a BUCK ROGERS contrappose BRICK BRADFORD e FLASH GORDON.

BUCK ROGERS era la storia di un ex aviatore che, caduto in animazione sospesa per aver respirato dei gas minerari, si risvegliava dopo 5 secoli in un'America distrutta dalla guerra contro i Mongoli Rossi, che cercava di riorganizzarsi.

Qui faceva squadra con Wilma Deering e il Dr. Huer.

Come si vede i temi sono simili a quelli di Flash Gordon:
-un ambiente alieno (la Terra del futuro o il pianeta Mongo)
-un eroe "standard"
-uno scienziato geniale
-una compagna che funge da occasionale interesse amoroso, da spalla e da "damigella in pericolo"
-avversari dall'aspetto orientale (il famoso timore del "pericolo giallo", che era diffuso tra gli americani fin dai tempi di Jack London)
-personaggi monodimensionali (tagliati con l'accetta)
-storie "pulp" piene di colpi di scena e sense of wonder, ma piuttosto repetitive

In entrambi i casi, dal punto di vista dei testi. possiamo riscontrare un'ispirazione verso gli eroi fantascientifici di E.R. Burroughs (John Carter di Marte e Carson di Venere).

I due titoli sono differenziati dal formato: BR essendo una striscia giornaliera e FG una tavola domenicale (in effetti, BR aveva pure la versione domenicale, ma lì i protagonisti erano il giovane fratello di Wilma e la sua amica Alura).

I due titoli sono anche fortemente differenziati dal disegno, cosa che influenza anche le storie.
Raymond guardava a Hal Foster e ai fratelli Clark (poi a John La Gatta) e il suo disegno è decisamente più naturalistico e "sensuale".
L'aspetto romantico è così di certo più spiccato in FG che non in BR, il cui disegno (oltre che tecnicamente più modesto) prende ispirazione da artisti come Frank R. Paul (notevole nella costruzione di ambientazioni fantastiche, ma dimenticabile nel ritratto della figura umana).

Attualmente, BUCK ROGERS sta venendo ristampato in America dalla Hermes Press.
In passato, in Italia, Silvano Scotto ha ristampato più di 600 domenicali, mentre 2 grossi libri di giornaliere le aveva pubblicate la Milano Libri (nel non vicinissimo 1971).

_________________
Troppi libri sono dispersivi: dal momento che non puoi leggere tutti i volumi che potresti avere, basta possederne quanti puoi leggerne (Seneca).

La Testa Nelle Nuvolette (il mio blog):
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
ProfiloMessaggio privatoHomePage
Cosimo Piovasco

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 24
Registrato: 03/05/13 22:38
Messaggi: 21
Cosimo Piovasco is offline 







italy
Rispondi citando
Parlando di Brick Bradford, un altro indiscutibile vantaggio di studiare a Pisa (e di avere, quindi, Lucca a un tiro di schioppo) è quello di trovare sempre qualcosa di interessante: ad esempio ho recuperato i primi quattro volumi delle domenicali di Brick Bradford della Comic Art; direi che come edizione sono ottima, forse (ma avendo letto solo la prima ventina di storie non posso dirlo) meglio del fumetto in sé...
ProfiloMessaggio privatoSkype
fortunato

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 21/12/09 23:48
Messaggi: 74
fortunato is offline 




Sito web: http://testanellenuvol...


italy
Rispondi citando
Personalmente, di Brick preferisco le giornaliere, ma comunque le Sundays hanno un loro fascino retrò.

_________________
Troppi libri sono dispersivi: dal momento che non puoi leggere tutti i volumi che potresti avere, basta possederne quanti puoi leggerne (Seneca).

La Testa Nelle Nuvolette (il mio blog):
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
ProfiloMessaggio privatoHomePage
Cosimo Piovasco

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 24
Registrato: 03/05/13 22:38
Messaggi: 21
Cosimo Piovasco is offline 







italy
Rispondi citando
Indubbiamente. Le giornaliere sono sempre di William Ritt e Laurence Gray?
ProfiloMessaggio privatoSkype
fortunato

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 21/12/09 23:48
Messaggi: 74
fortunato is offline 




Sito web: http://testanellenuvol...


italy
Rispondi citando
Cosimo Piovasco ha scritto:
Indubbiamente. Le giornaliere sono sempre di William Ritt e Laurence Gray?

Sì, mi riferio alle giornaliere degli Anni Trenta di William Ritt e CLARENCE Gray. Wink

_________________
Troppi libri sono dispersivi: dal momento che non puoi leggere tutti i volumi che potresti avere, basta possederne quanti puoi leggerne (Seneca).

La Testa Nelle Nuvolette (il mio blog):
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
ProfiloMessaggio privatoHomePage
Cosimo Piovasco

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 24
Registrato: 03/05/13 22:38
Messaggi: 21
Cosimo Piovasco is offline 







italy
Rispondi citando
Acc.! Dann.! Malediz.! ...Non ricordandolo, ho letto distrattamente il nome di Gray dalla prima domenicale che mi è capitata sottomano; nella quale, ho scoperto adesso, la C di CLARENCE è cancellata. Leggendosi quindi: LARENCE, ho inavvertitamente compensato aggiungendo una u (LAURENCE)...

Chiedo umilmente venia!
ProfiloMessaggio privatoSkype

Flash Gordon (e Jungle Jim?)
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora  
Pagina 1 di 1  

  
Vai a:  
 Rispondi